08.02.202414:45

Applicare la “città dei 15 minuti” nelle periferie: al via il progetto COMMON_ACCESS

L’accessibilità intesa come bene comune, come risorsa coprodotta e appartenente ai cittadini


La “città dei 15 minuti”  è un modello di pianificazione urbana che, facendo sì che tutti i servizi siano a portata di mano dei cittadini, punta a rendere le città più vivibili e meno impattanti per l’ambiente, favorendo gli spostamenti a piedi o in bicicletta rispetto a quelli in automobile.

Il Politecnico di Milano è partner del progetto europeo COMMON_ACCESS, appena avviato, che nasce per esplorare le forme e le condizioni per applicare questo modello in aree periurbane, all’interno di contesti metropolitani dove le condizioni di prossimità fisica a servizi, le densità, la diversità di funzioni tipiche delle aree urbane dense non sono garantite.

Responsabile del progetto per il Politecnico di Milano è la Prof.ssa Paola Pucci, del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani: “COMMON_ACCESS esplora il ruolo dell'accessibilità come bene comune e la natura sociale delle opzioni e delle misure di accessibilità (per persone e merci) nelle periferie urbane, ponendo al centro le pratiche di ‘Commoning Accessibility’ dove il ruolo delle comunità nell'ottimizzazione delle risorse e nella condivisione dei servizi di accessibilità fisica e digitale è fondamentale.”

Nel progetto l'accessibilità, intesa come possibilità di accedere a strutture e servizi essenziali per la vita di ogni persona, viene reinterpretata e indagata come un bene comune, come una risorsa sociale e materiale coprodotta e appartenente a tutti i cittadini attraverso il concetto di 'Commoning accessibility'

Il progetto si propone di dare un contenuto operativo al concetto di 'Commoning accessibility' attraverso l’individuazione, la mappatura e l'analisi di "esperimenti di accessibilità comuni/di comunità" come (e-) bike e cargo bike condivise per il trasporto di persone e cose, sistemi di mobilità e micromobilità condivisi quali opzioni di trasporto accessibili e a prezzi contenuti, misure temporanee e di urbanistica tattica per aumentare l'accessibilità locale, piattaforme digitali basate su dati prodotti dalle comunità e gestite dalle stesse per migliorare la connettività digitale.

Society @polimi